Slideshow image

Libriamoci all'Istituto “Luzzatto”

Accolto l'invito del Ministro Giannini: liberata la lettura all'ISIS Luzzatto di Portogruaro

Com'è solo possibile del vero amore nascere da libertà e generare gesti gratuiti e spontanei, così è della lettura e come non da un imposizione nasce l'amore, così è per la lettura.

Un libro “si incontra” con la casualità che è degli incontri fra le persone e dell'accidentalità degli eventi della vita.
E come dagli incontri fortuiti, si trovano le persone rare che ci cambiano l'esistenza, così è per i libri che, incontrati casualmente, ci offrono le risposte che cerchiamo, tanto da risultare d' essere scritti per noi.

“Amore e lettura” è stato il binomio con cui l'Istituto ISIS “Luzzatto”di Portogruaro ha celebrato “Libriamoci”, progetto promosso dal Ministero per l'Istruzione, Università e la Ricerca e dedicato alla promozione del piacere della lettura nelle scuole, in una tre giorni svoltasi il 29, 30, 31 dello scorso Ottobre, presso l'Aula Magna dell'Istituto.

L'appassionata conduzione da parte del Prof.re Michele La Pietra, docente di lingua e letteratura italiana della tre giorni di “Libriamoci” ha coinvolto i novecento studenti e i docenti del “Luzzatto” in un entusiasmante viaggio nel mondo dei libri e della lettura, viaggio inteso come fonte di curiosità, conoscenza e avventura.

A partire da stimolanti citazioni dell'Odissea omerica, intrecciate a riferimenti all'Ulisse dantesco, rilanciate al caleidoscopico mondo evocato nelle ariostesche ottave del Furioso, verso i metafisici ritratti dell' Antologia di Spoon River di Edgard Lee Masters e all'immancabile citazione del piacere per la lettura di Calvino in Se una notte d'inverno un viaggiatore, sono stati offerti spunti alla condivisione e alla riflessione, mediante la fervida lettura interpretativa del curatore del progetto.

Il viaggio nel mondo dei libri è stato modulato dal piacevole contrappunto di audiovisivi che hanno avuto per protagonisti giovani scrittori emergenti quali D'Avenia, conosciuto da alcune classi dell'Istituto per averne affrontato la lettura.
Sono state ascoltate le considerazioni piacevoli intorno al mestiere della scrittura e ai molteplici punti di vista che la scrittura è capace di evocare.
Sono stati presentati e commentati alcuni video pubblicati nella rete, realizzati da giovani lettori, studenti e già recensori e promotori dei libri più amati.
Gli interventi sono stati corredati dalle parole liriche in musica della canzone leggera di Vecchioni, Cocciante, dei Modà, quasi sempre accompagnate dal coro spontaneo degli astanti.

Ogni studente e ogni docente si è presentato all'appuntamento in compagnia del libro che sentiva essere il più rappresentativo di sé.
Numerosi e vari sono stati gli interventi in merito alle letture personali; interessanti e stimolanti i raffronti tra recensioni diverse dello stesso libro unite alle considerazioni sul significato della lettura, quale antica compagna di viaggio dell'uomo.

La lettura è stata rappresentata come atto d'amore libero e spontaneo, elemento chiave della crescita personale, capace di unire nella condivisione dei valori comuni, patrimonio per la crescita culturale e civile.
L'ascolto e il confronto con gli insegnanti e i compagni hanno reso tutti ugualmente compartecipi a Libriamoci.

Il progetto è stato l'avvio di una delle buone pratiche per la promozione alla lettura a scuola. Tutti coprotagonisti pur nella rispettosa valorizzazione dell'individualità di ciascuno. Capaci di saper condividere il linguaggio diverso della musica per flauto dolce, attraverso l'interpretazione di alcune ballate del Cinquecento del Prof.re Tatalo, docente di musica nel corso per operatori socio sanitari dell'Istituto.

Le tre giornate si sono rivelate un momento di preziosa condivisione che ha saputo riunire in nome della lettura e del patrimonio che la lettura rappresenta, studenti e docenti, in una armoniosa comunità educante, pronti a riunirsi presto per le prossime attività riservate alla promozione della lettura a scuola, le letture che si svolgeranno in occasione delle attività di orientamento, la “scuola aperta”di cui una già svoltasi, lo scorso 15/11/2014 a cui seguiranno il 14/12/2014 e il 18/01/2015 e che avranno come momento culminante il maggio dei libri ( 23 aprile - 24 maggio 2015).

Recensione di Marta Nadali
docente di lingua e letteratura italiana